Questo sito utilizza cookie tecnici per gestire e migliorare alcune funzionalità del sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando il tasto "Accetta" acconsenti all’uso dei cookies. Se vuoi sapere di più o negare il consenso ad alcuni cookie leggi la Cookie Policy dedicata.

LEGGI DI PIÙ

OMR Officine Meccaniche Rezzatesi

news

OMR SPONSOR DEL CAMPIONATO WEC

 Grande esordio delle Ferrari a Silverstone

OMR FERRARI WEC

17 APRILE 2016 
Non poteva iniziare meglio la stagione 2016 del World Endurance Championship per la Ferrari. La nuova 488 GTE ha vinto al debutto con Davide Rigon e Sam Bird mentre Gianmaria “Gimmi” Bruni e James Calado si sono piazzati secondi grazie alla loro bravura, alle prestazioni della nuova vettura, ma anche alle sfortune e agli errori strategici degli avversari. Inizio perfetto anche per la 458 Italia in gara nella classe GTE-Am con François Perrodo, Emmanuel Collard e Rui Aguas, alla seconda vittoria nel WEC.
Il Campionato del Mondo Endurance FIA, in inglese FIA World Endurance Championship (WEC), è un campionato mondiale automobilistico per vetture Sport Prototipo e Gran Turismo impiegate in gare di durata.
Nel 1992 si disputò l'ultima stagione agonistica del soppresso Campionato del mondo sport prototipi (sempre gestito dalla FIA) e solo vent’anni dopo, sostituendo la precedente Intercontinental Le Mans Cup, con il WEC si diede ufficialmente vita alla prima serie di competizioni endurance che si può fregiare del titolo di campionato del mondo
Nel 2012 quindi, rinasce ufficialmente un campionato mondiale: il Campionato del Mondo Endurance, appunto.

FIA WEC logo


Si tratta di un mondiale nato dalla collaborazione tra ACO e FIA, i cui regolamenti sono gli stessi di quelli in vigore alla 24 Ore di Le Mans.
Nella serie corrono diverse classi di vetture, dagli Sport Prototipi (LMP) alle vetture Gran Turismo (LM-GTE), basate su automobili derivate dalla produzione di serie. Vengono assegnati i titoli di Campioni del mondo Endurance FIA ai Piloti ed ai Costruttori esclusivamente per la categoria LM-P1. Al vincitore della classe LM GTE viene attribuita una Coppa del mondo Costruttore, inoltre la FIA assegna diversi Trofei Endurance alle migliori squadre delle classi LM-P2, LM-GTE Pro e LM-GTE Am, nonché alla migliore squadra privata di classe LM-P1. Il titolo Piloti può essere attribuito a 2 o 3 piloti, componenti del medesimo ed invariato equipaggio durante tutta la stagione.
In tutte le gare, ad eccezione della 24 Ore di Le Mans, i punti sono assegnati secondo lo schema seguente ed è valido in ogni classe di vetture: al 1º 25 punti, 2º 18 punti, 3º 15 punti, 4º 12 punti, 5º 10 punti, 6º 8 punti, 7º 6 punti, 8º 4 punti, 9º 2 punti, 10º 1 punto. Gli altri piloti che finiscono la gara prendono 0,5 punti. Solo per la 24 Ore di Le Mans il punteggio viene raddoppiato. In ogni classe, viene attribuito un punto supplementare per la vettura in pole position e per ogni pilota di tale equipaggio.
(www.fiawec.com –  http://races.ferrari.com/it/competizioni-gt)

OMR FERRARI WEC

OMR FERRARI WEC

OMR FERRARI WEC

Gran Premio d'Australia 2016 di Formula 1: OMR in pole position

Il Gran Premio d’Australia 2016 di Formula 1 è arrivato. Sul sito ufficiale della Ferrari, il pilota Sebastian Vettel ed il capo dei progettisti Simone Resta hanno raccontato il circuito dell’Albert Park di Melbourne dal loro punto di vista. “Ce la metteremo tutta” è il mantra della squadra capitanata da Maurizio Arrivabene che si appresta ad affrontare un fine settimana pieno zeppo di punti interrogativi. Non ultimo quello del meteo che si va ad aggiungere al nuovo format di qualifiche, al nuovo regolamento sulle gomme ed alla curiosità di scoprire finalmente i veri valori in campo. E un pezzo di Brescia sarà a Melbourne dato che il Gruppo OMR ha rinnovato il contratto per i futuri tre anni con Ferrari passando da fornitore ufficiale a Technical Partners. La collaborazione con Ferrari, iniziata nel 1978 e immortalata sull’auto da corsa dal 2001, prosegue quindi anche per questa nuova Formula 1, pronta alla sfida mondiale del 2016. Il logo di OMR comparirà sull’alettone posteriore (dove già era posizionato da tempo) ma anche su quello anteriore conquistandosi, di fatto, una visibilità a 360°. Non solo. L’inconfondibile sigla dell’azienda bresciana di componentistica e sistemi per il settore auto e veicoli industriali, farà bella mostra sulle tute dei piloti, sui caschi dei meccanici e di tutto il team del pit stop. “E’ la conferma –spiega Marco Bonometti, Presidente di OMR- dell’ottimo lavoro costruito negli anni con Ferrari. Un lavoro di gruppo che si è sviluppato giorno per giorno, unendo progresso tecnologico, informazioni e sinergie vincenti”.

OMR corre e raddoppia gli investimenti

Da Bresciaoggi 

Lo sforzo previsto all`inizio dell`anno sale a quota 60 milioni di euro: 40 in Italia e 20 all`estero
Nuovi telai per Bmw e Ferrari. E altre assunzioni

Angela Dessì

Per il gruppo che fa riferimento alla OMR Holding spa il 2017 sarà l`anno del «raddoppio»:
dopo un 2015 chiuso all`insegna di una crescita del fatturato pari al 15% sul 2014 (a 650 milioni di euro) e un 2016 che lascia prevedere un analogo andamento, i vertici del colosso dell`automotive con quartier generale a Rezzato, 15 stabilimenti tra Italia e mondo e più 3 mila dipendenti -guardano al futuro con ottimismo e prospettano un incremento che, l`anno prossimo, sfiorerà il 30%.
«MERITO dell`entrata a regime dei progetti nei quali abbiamo investito in questi ultimi anni», spiegano i fratelli Marco (è anche leader dell`Aib) e Franco Bonometti.
E, in occasione della visita agli stabilimenti della Officine Meccaniche Rezzatesi srl del presidente della Provincia, Pier Luigi Mottinelli, annunciano un`ulteriore impennata degli «sforzi» programmati
quest`anno. «Se a gennaio avevamo preventivato circa 30 milioni, siamo già a quota 40 milioni in Italia e 20 milioni all`estero», chiarisce Marco Bonometti passando in rassegna i diversi fronti
sui quali verranno convogliate le risorse. Da un lato, i due progetti siglati e avviati con Bmw e Ferrari per i telai; dall`altro, quelli legati ai motori Alfa Romeo e Maserati, destinati a decollare nel breve periodo. Senza dimenticare, naturalmente, anche l`avvio dell`attività (entro fine 2016, al massimo all`inizio del 2017) del nuovo insediamento negli Usa, a Indianapolis (Indiana) dove si lavoreranno
componenti per motori, cambi e sospensioni.
«I nostri sono investimenti a ciclo continuo, concretizzati man mano che otteniamo le singole commesse», precisa Franco Bonometti che parla anche di «qualche assunzione» da effettuare,
quest`anno, nel sito di Rezzato (dove già sono occupati 450 addetti) proprio per far fronte all`incremento della produzione.
VARI e articolati, dunque, i fronti cui verranno destinati gli investimenti: per i nuovi telai in alluminio prodotti per Bmw (arriveranno nuove  macchine a cinque assi nello stabilimento di Rezzato, mentre alla FMB di Pavone del Mella si procederà all`ampliamento della fonderia) e per l`inedita gamma di telai (il contratto firmato è decennale) concordata con Ferrari, passando anche per l`ammodernamento e la ristrutturazione dello stabilimento abruzzese controllato a Atessa;
senza dimenticare il «trasloco» di quello in Trentino della Mariani. «Come è noto, anche sulla base di un accordo, abbiamo deciso di spostarci da Ledro a Rovereto, dove la Provincia ha messo a nostra disposizione uno spazio coperto di ben ventimila metri quadrati», spiega ancora Marco Bonometti. Il trasferimento dell`attività (in trentino OMR produce coppe dell`olio, ponti e assali) dovrebbe
essere concluso già entro la fine dell`estate. A regime (indicativamente dal 2018) consentirà           l`occupazione stabile di almeno 200 addetti, con cinquanta assunzioni in aggiunta alla «forza» lavoro attuale.